Gli atleti dell'Inline San Marco, con gli allenatori Antonio e Roberta Panfili, alla partenza per la prima tappa di Circuito FISR.

Prima Tappa di Circuito Inline FISR 2019 Roma

Come accaduto lo scorso anno, anche per il 2019 la FISR (Federazione Italiana Sport Rotellistici) ha previsto un circuito di tre tappe per il pattinaggio artistico inline: tappa centro-sud, centro-nord e finale di circuito. Lo scorso weekend (9-10 febbraio) si è tenuto a Roma il Trofeo Internazionale Roma 2019, valevole come prima tappa di circuito, al quale hanno preso parte 12 atleti della Pattinaggio Artistico Inline San Marco A.S.D.

Jennifer Gomirato e Nicola Geatti al termine della prima tappa di Circuito FISR.

Jennifer Gomirato e Nicola Geatti al termine della prima tappa di Circuito FISR
.

Gli atleti veneti, allenati da Roberta e Antonio Panfili, hanno fatto incetta di podi conquistando un totale di 9 medaglie (2 ori, 5 argenti e 2 bronzi).
Di seguito tutti i risultati:

  • cat. Minis (divisione Elite): Vanessa Visentin oro, Francesca Morabito argento, Luna Lamon bronzo;
  • cat. Cadet (divisione Elite): Jennifer Gomirato argento, Elena Squizzato bronzo, Lisa Ceccarelli 4° posto, Gaia Marin 5° posto;
  • cat. Cadet Maschile (divisione Elite): Nicola Geatti oro;
  • cat. Youth (divisione Elite): Aurora Dabalà argento;
  • cat. Junior (divisione Elite): Marta Gargano argento;
  • cat. Novice A (2a divisione): Sara Baldini 4° posto;
  • cat. Novice B (2a divisione): Chiara Morabito argento.
Da Sinistra Francesca Morabito e Chiara Morabito con l'allenatrice Roberta Panfili al termine dell'esibizione di Chiara.
Da Sinistra Francesca Morabito e Chiara Morabito con l’allenatrice Roberta Panfili al termine dell’esibizione di Chiara (foto gentilmente concessa da Matteo Zeno Morabito)

Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto in questi mesi. Il pattinaggio inline sta vivendo un periodo difficile con cambi di regolamenti continui ai quali va adattato il piano di allenamenti e che ci costringono a modificare i programmi degli atleti rivalutando gli elementi tecnici da inserire in gara.
L’ultima modifica ai regolamenti è stata pubblicata il 16 Gennaio e la conferma che sarebbe stata applicata già alla gara di Roma è arrivata il 29 Gennaio, a meno di due settimane dalla competizione.
Pur con tutte queste difficoltà i nostri atleti si sono fatti valere dimostrando di aver compiuto ottimi progressi.
Siamo molto felici in particolare della prestazione di Marta Gargano, che, pur arrivando seconda in categoria Junior, ha ottenuto un punteggio tecnico inferiore solo a quello di due delle atlete senior e alla vincitrice nella categoria junior. Un risultato di tutto rispetto considerando che tutte e tre le atlete hanno alle spalle medaglie europee e mondiali (Chiara Censori – per due volte campionessa mondiale junior 2017/2018, Veronika Kimont – bronzo mondiale junior 2018, Daria Volkova – seconda agli europei senior 2018)

(Gli allenatori)

Sfortunata invece la piccola Luna Lamon che, per un errore da parte degli organizzatori, è stata chiamata al quarto posto durante le premiazioni, pur avendo totalizzato il terzo punteggio totale come dimostrato dai risultati finali.

Appresa la notizia ci siamo subito attivati per chiedere spiegazioni e abbiamo voluto festeggiare il terzo posto di Luna durante gli allenamenti del giorno seguente.

(Gli allenatori)

Un altro oro arriva da Brigitte Lopez, l’atleta belga è stata più volte ospite della nostra associazione assieme alla sorella Luna Lopez.
Brigitte, presentata in gara dai nostri allenatori, ha conquistato il primo posto nella categoria Adults (2a divisione).

Da sinistra: Antonio Panfili, Roberta Panfili e Brigitte Lopez al Trofeo Internazionale Roma 2019 valevole come prima tappa di circuito FISR.

Il giorno successivo alla gara, le nostre atlete Aurora Dabalà e Marta Gargano hanno preso parte allo stage tenuto da Grety Marton, technical specialist ISU e allenatrice di fama mondiale. Le due leonesse hanno dato prova della qualità della nostra associazione.
L’allenatore Antonio è stato poi richiesto come aiuto da Grety per la buona riuscita dello stage, conscia dell’ottima preparazione del nostro tecnico con il quale ha già collaborato in passato.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.